PROSSIMAMENTE IN USCITA

LA SCIENZA IN TRIBUNALE

Conflitti tra verità giuridiche e scientifiche

 

La legge è il peggior modo esistente per amministrare le umane vicende ma non ne è stato ancora trovato uno migliore (Cit.).

 

Il protagonista del tentativo terreno di rendere giustizia è il giudice, lo scienziato del diritto. Nel nostro sistema giuridico risponde solo alla legge in modo che possa giudicare in base al principio del "libero convincimento". Per le materie in cui è richiesta una specifica conoscenza può avvalersi di consulenti ed esperti che lo aiutino a comprendere meglio le dinamiche dei fatti. Ma l'ultima parola spetta a lui, per questo motivo è anche definito "perito peritorum", vale a dire colui che è il più competente di tutti in tutte le materie. Questa "utopia" sommata al noto "errare umanum est", che colpisce tutte le persone coinvolte in un processo, ed alla fisiologica "alea" nell'applicazione delle conoscenze scientifiche genera delle sentenze che possono lasciare perplessi. In questo "umile" testo cercheremo di spiegare come il principe Antonio de Curtis poteva ben affermare: "È la somma che fa il totale! ".

 

 

L'AUTORE

 

Francesco Ruggirello, laureato in Giurisprudenza ed esperto in “Criminologia e Criminalistica”, ha due master universitari in “Antropologia, criminologia e tecniche investigative” e in “Digital Forensic e Sicurezza Informatica”. È Ispettore del Corpo Forestale dello Stato ed è il Coordinatore del Gruppo CICAP di Abruzzo e Molise.

 

Collana Scientia et Causa

 

(clicca qui)

Ritratto a cura di Pino Caputi

Iscriviti alle Newsletter
Scientia et Causa

nOVITà

SCOPRI LE ULTIME USCITE CON IL BOLLINO "NEW"

cnmp

DOVE SCIENZA, I MEDIA E IL WEB SI INCONTRANO

PROGETTIAMO

IL FUTURO

NASCE IL PHOTOROMANZO4.0

© 2014-2019 by C1V Edizioni di Cinzia Tocci

P.IVA 12827221008

  • Wix Facebook page
  • Wix Twitter page
  • Instagram