• Redazione

Vaccini: Galassi si schiera con la Lorenzin e va nelle scuole


I dati diffusi oggi dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin sui casi di morbillo hanno fatto tornare prepotentemente alla ribalta il caso vaccini. Nel gennaio del 2018 due le vittime per questa malattia, di 38 e 41 anni, nel totale di 164 casi conclamati. Sui 164 casi di morbillo rilevati a gennaio, il 93% delle persone non era vaccinato o vaccinato con una sola dose. Nel 40% e' insorta almeno una complicanza, oltre la meta' dei pazienti e' stata ricoverata, 12 per polmonite. Segnalati 14 casi tra bambini con meno di 1 anno di eta'. Allarmati i commenti del Ministro: "In un Paese in cui si muore, - ha affermato la titolare del dicastero della salute - c'e'' una parte politica che continua a negare la valenza delle vaccinazioni. Non so più cosa dire: è grave e irrazionale. La questione delle vaccinazioni - ha concluso il ministro Beatrice Lorenzin - e' entrata sin troppo nella campagna elettorale''.

Accanto alla Lorenzin ha deciso di schierarsi anche l'autore di "Un Mondo Senza Vaccini? La vera storia", il paleopatologo e ricercatore Francesco Maria Galassi che, per C1V Edizioni ha dipinto un affresco impressionante del mondo prima dell'avvento della prevenzione delle malattie infettive come il morbillo: "Concordo con l'allarme della Lorenzin - ha detto Galassi - perché il morbillo è una malattia particolarmente pericolosa e i dati che provengono dall'Italia, dalla Serbia e Dalla Romania sono particolarmente allarmanti".

Nel 2017, secondo i dati forniti dall'Oms, in Europa c'e' stato un aumento del 400% dei casi di morbillo rispetto all'anno prima, oltre 20 mila persone si sono ammalate e 35 sono morte: il boom in Romania, Italia e Ucraina. Quindici i Paesi con le epidemie piu' consistenti. Dei 53 Paesi della regione europea dell'Oms, in 15, cioe' 1 su 4, sono state registrate epidemie con piu' di 100 casi.

"In questo momento - fa sapere Galassi, ricercatore all'Università di Zurigo - non disponiamo di farmaci efficaci per curare il morbillo conclamato, ma disponiamo di vaccini efficentissimi per prevenirlo". Poi la secca smentita sul "binomio" morbillo-autismo: "Ogni paura di connessione tra morbillo e autismo è destituita di qualsiasi fondamento scientifico".

Il ricercatore di Sant'Arcangelo di Romagna, considerato da Forbes uno dei medici under 30 che cambieranno l'Europa nell'ambito della scienza e dell'healthcare, continua la sua opera di divulgazione scientifica andando nelle scuole e tra i giovani. In particolar modo, il 24 febbraio 2018, Galassi sarà protagonista di un incontro con gli studenti delle quarte e delle quinte del Liceo scientifico Galileo Galilei di San Donà di Piave (Venezia) per raccontare la sua esperienza di studio e ricerca e per fare, come sempre, una corretta divulgazione scientifica sull'argomento vaccini.

L'incontro darà dalle 11 alle 13 presso l'istituto di via Perugia numero 8 a San Donà. Per incontri con l'autore e interviste in questa sua "puntata" in Veneto, potete chiamare il numero 3477146295 o scrivere alla mail c1vpress@gmail.com .

Nella foto Francesco Maria Galassi, Luigi Lo Palco e Beatrice Lorenzin.

#vaccini #polemiche #liceo #studenti #scienza #morbillo #allarme #lorenzin

31 visualizzazioni

nOVITà

SCOPRI LE ULTIME USCITE CON IL BOLLINO "NEW"

PROGETTIAMO

IL FUTURO

NASCE IL PHOTOROMANZO4.0

DOVE SCIENZA, I MEDIA E IL WEB SI INCONTRANO

© 2014-2020 by C1V Edizioni di Cinzia Tocci

P.IVA 12827221008

  • Wix Facebook page
  • Wix Twitter page
  • Instagram