Difendere il totalitarismo in nome della libertà. Questo è il paradosso che realizza chi difende i culti abusanti e distruttivi noti come “sette”. Che le parole d’ordine della “società aperta” (libertà religiosa, libera scelta, multiculturalismo, ecc.) vengano utilizzate a difesa delle più chiuse fra le aggregazioni sociali rappresenta un cortocircuito logico che questo libro, per la prima volta, intende mettere in luce. Prefazione di Janja Lalich, Professoressa Emerita di SociologiaCalifornia State University, Chico, USA Luigi Corvaglia, psicologo-psicoterapeuta. Dirigente Psicologo presso il Dipartimento Dipendenze Patologiche dell' ASL Bari . Da anni si dedica allo studio della persuasione indebita nei culti totalitari. Su questo argomento ha pubblicato saggi e tenuto conferenze in molti paesi.È Presidente del Centro Studi Psicologici (CeSAP), membro del Consiglio di amministrazione e del Comitato scientifico della FECRIS (European Federation of Centres of Reasearch and Information on Cults and Sects).

NO GURU. Le sette e i loro difensori

€ 15,00Prezzo

    nOVITà

    SCOPRI LE ULTIME USCITE CON IL BOLLINO "NEW"

    cnmp

    DOVE SCIENZA, I MEDIA E IL WEB SI INCONTRANO

    PROGETTIAMO

    IL FUTURO

    NASCE IL PHOTOROMANZO4.0

    © 2014-2020 by C1V Edizioni di Cinzia Tocci

    P.IVA 12827221008

    • Wix Facebook page
    • Wix Twitter page
    • Instagram