7 febbraio: Giornata mondiale contro il #bullismo

February 5, 2019

Parlare di bullismo, segnalare, denunciare... ma il timore è sempre quello di non saperlo fare, di non esserne all'altezza, dicendo addirittura che se certe cose non ci riguardano direttamente è meglio non lasciarsi coinvolgere.
E questo è proprio un atto di bullismo che operiamo su noi stessi, quasi come un riflesso condizionato, una banalissima scusa per lasciarsi il problema alle spalle e continuare a sopportarlo, nonostante il pungolo forte che sentiamo nel fianco.
Come fare, dunque?
Basta non nascondersi dietro al dito e dare una forte voce al problema: è ciò che più temono i bulli, è ciò che li rende fragili, scoperti.
Aiutare l'offeso, facendo cadere l'omertà che alimenta la cattiveria e che attanaglia il gregario del bullo, viscido spettatore per timore di diventarne lui stesso vittima.
Chiunque può farlo, chiunque può offrire il suo contributo.

Io l'ho fatto, comunicando con delicatezza e lanciando al tempo stesso un ariete contro il problema, con il libro “1 Dei Tanti” nato dalla sceneggiatura del film “Bomba libera Tutti!” 

Sauro Benvenuti

 

 In foto: Sauro Benvenuti con l'editrice Cinzia Tocci, con gli studenti di Amatrice

 

 


 

 

Please reload